Introduzione alla numismatica

Le origini della moneta

KINGS of Lydia. Uncertain King. Early 6th century BC. EL Third Stater – Trite (4.71 gm). Head of roaring lion right, sun with multiple rays on forehead / Double incuse punch. 

Weidauer 86; BMC Lydia pg. 2, 6; SNG Kayhan 1013.

Le più antiche monete giunte sino ad a noi ad avere una natura ufficiale furono eseguite in Lidia, nella penisola dell’Anatolia (l’attuale Turchia) intorno al VII sec avanti Cristo, anche se le origini e il loro ed il loro primo utilizzo risale sicuramente a parecchi anni addietro.

Ricostruzione del Tempio di Giunone Moneta, sede della officina monetaria.

Il termine moneta deriva dalla parola latina “moneta”, soprannome della Dea Giunone, il cui tempio a Roma era adibito alla produzione delle monete appunto.

Prima delle comparse della moneta, i commerci erano basati sul baratto, scambio di beni ed utensili, oppure si scambiavano barre fuse di metallo grezzo, come l’oro, argento o bronzo. Con l’introduzione della moneta, dal valore fisso, il commercio crebbe di volume, e di conseguenza la necessità di moneta.

La funzione della moneta quale supporto dei commerci fu subito chiara, ma non fu il solo ed unico ruolo nella storia. La moneta ha acquistato prestigio, ed in alcuni casi ha avuto un ruolo pubblicitario, in epoche storiche in cui le comunicazioni erano lente e pericolose, ed la maggior parte delle persone era analfabeta. Le monete hanno raccontato eventi importanti quali battaglie, imperatori o costruzioni di monumenti.

Una funzione intrinseca della moneta stessa è la “Tesaurizzazione”, quale metodo per accumulare ricchezza. La liquidità immediata del valore intrinseco del metallo con cui è fatta garantisce l’immutabilità del valore, il semplice utilizzo e conservazione la rende di facile accettazione sul mercato.

Sito come appare oggi, sulle rovine del tempio sorge la Basilica di Santa Maria in Aracoeli

Il collezionismo delle monete

 

La Numismatica è la passione e l’arte di collezionare monete e banconote di diverse epoche e culture. E’ una scienza parallela alla Storia, dal momento che le immagini rappresentate su di una moneta ci racconta di eventi storici, guerre, imperi, sovrani, evoluzioni dell’arte architettura e costume, così da unire passato e presente.

I principali aspetti da considerare quando si inizia questa appassionante avventura sono i seguenti:

  1. Il tipo di collezione più indicato ai nostri interessi ed alle nostre tasche.
  2. I diversi metodi di acquisizione delle monete.
  3. Classificazione, valutazione e verifica dell’autenticità della moneta.
  4. Il modo corretto di maneggiare la collezione.

Ci sono diversi tipi di collezionisti di monete. Alcuni si specializzano in determinati Paesi, combinando con diverse epoche storiche. Altri collezionano un tema come eventi sportivi, politici o culturali. Ci sono anche i collezionisti di monete “proof” o a “fondo si specchio”; e poi ci sono coloro che si dedicano esclusivamente a monete che hanno per loro un grande valore sentimentale o storico.

Acquisire le monete

E’ essenziale, prima di investire del denaro in monete, che si investa sulla conoscenza delle monete. I libri sono la base della conoscenza, e la numismatica non è da meno. Si può incominciare con un catalogo che copra l’area d’interesse desiderata.

Le monete possono essere acquistate in diversi modi:

  • Chiedendo a familiari o conoscenti che viaggiano all’estero che vi portino le monete in normale corso di circolazione dei Paesi che visitano.
  • Cercando in mercatini dell’usato, o più specificatamente di carattere numismatico.
  • Acquistando le monete alle aste numismatiche.
  • Le Associazioni Numismatiche offrono sovente a membri l’opportunità di acquisire monete a prezzi scontati.
  • Nei negozi specializzati.
  • Scambiando monete con altri collezionisti.
  • Cercando su internet.
  • Nelle ambasciate o consolati.