Modoetia Numismaticae © 2015

Modoetia Numismaticae

Amedeo III di Savoia detto il Crociato (Carignano, 1087Nicosia (Cipro), 30 agosto 1148) fu il 7° Conte di Savoia e Conte d'Aosta e Moriana, figlio di Umberto II e di Giselda di Borgogna. Il soprannome è dovuto alla sua partecipazione alle guerre in Terrasanta, chiamato alle armi da papa Callisto II, suo parente, dal quale ricevette in dono il simbolo che utilizzò nel blasone.

Nel 1095, all'età di otto anni, Amedeo si trovò presto assediato dai numerosi nemici della casata che intendevano approfittare di un signore ancora in tenera età per avere il predominio in Piemonte. Per di più, l'imperatore Enrico IV decretò una maggiore autonomia al comune di Torino, creando non poche difficoltà alle mire di Amedeo.

Il crociato fu il primo ad assumere il titolo di Conte di Savoia.

Tra l'altro, fondò l'Abbazia di Altacomba, dove poi per secoli verranno sepolti i membri di Casa Savoia. Partecipò alla II Crociata, guidando con il conte Geoffroy di Rancogne l'avanguardia delle truppe in Anatolia. Morì a Nicosia, nell'isola di Cipro, di un male mai ben spiegato, nel corso della crociata stessa e fu ivi sepolto nella chiesa locale della "Santa Croce".

Matrimoni e discendenza

Sposò Adelaide, dalla quale non ebbe figli. Sposò in seconde nozze, verso il 1135, Matilde di Albon, figlia di Ghigo III d'Albon, e da quest'ultima ebbe dieci figli:



Zecche:
Monete battute:Amedeo II il Crociato Conte di Moriana e di Savoia e marchese in Italia